Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

m’avviene

1 Commento

Eccovi un uomo
uniforme

Eccovi un’anima
deserta
uno specchio impassibile

M’avviene di svegliarmi
e di congiungermi
e di possedere

Il raro bene che mi nasce
così piano mi nasce

E quando ha durato
così insensibilmente s’è spento.

 

Giuseppe Ungaretti – Distacco

 

 

musica Yves Duteil – Fragile

 

Image

 

 

foto Shiihara Osamu

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

One thought on “m’avviene

  1. La nascita del bene…non so…mi ha fatto pensare al parto…all’originaria lentezza delle contrazioni, al dolore dell’avvicinamento, alla spinta lacerante della nascita. Alla luce incontenibile del nato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...