Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

6 thoughts on “please, set me free

  1. Sì, concordo. Bello aprire.
    Poi si può rispondere: “Ho già tutto non mi serve nulla, grazie, provi con il vicino”; oppure puntare un fucile a canne mozze: “Chi sei? Che vuoi?”; oppure dare un’occhiata e poi sbattere la porta in faccia; oppure invitare a entrare per un caffè, ma poi accomiatare l’ospite; oppure invitare per cena e per il pernotto; oppure…. Ma se non si apre non c’è nessuna scelta.

    "Mi piace"

  2. ecco.
    Sono con Tillula…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...