Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

E c’era, c’era una …

3 commenti

Poetella's Blog

Copia di luna grande

(foto di poetella)

 

E c’era, c’era una luna così vicina

da poterla toccare ogni volta con le labbra

 

con gli occhi (ammesso si riuscisse a tenerli aperti)

una luna azzurrina oltre i monti

oltre le ombrose sorgenti

del nostro forsennato desiderio

 

e forse c’erano le famose schiere di cigni

se vedevo volare, tu le vedevi? piumette nell’aria

come neve come petali di ciliegio anche se mi dirai che

no! erano baci, dai! – semplifichi sempre, tu –

avevamo lasciato alle spalle i grifoni, guardiani dell’oro

ché l’oro era tutto sulla tua pelle

quanto sei bello ragazzo mio

mio meraviglioso dio, e a fare la guardia ci pensavo io

 

Sentito tra le mani che Primavera?

Sentito che tepore di gioiosa giovinezza?

 

Ritrovata l’era del sole, l’era della luce,

dell’eterna fanciullezza del mondo.

Che venga pure il crepuscolo, adesso

ci travolga pure

 

 

Siamo stati ancora…

View original post 38 altre parole

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

3 thoughts on “E c’era, c’era una …

  1. Oh, momi…
    Non mi ero accorta del reblog!
    Grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...