Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

ovunque

2 commenti

Ovunque mi trovo, in qualsiasi posto

su questa terra, nascondo di fronte a tutti la convinzione,

che  n o n   s o n o   d i   q u a.

Come se io fossi mandato ad assorbire il più possibile di

colori, gusti, suoni, profumi e sperimentare

tutto, ciò che è

destino dell’uomo, trasformare ciò che prova

in un registro magico e portarlo là, da dove

sono venuto.

 

 

Czesaw Milosz – “Ovunque”

(trad. Maciej Bielawski)

 

musica Massive Attack feat. Liz Fraser – silent spring

andré kertész, new york 1938

andré kertész, new york 1938

 

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

2 thoughts on “ovunque

  1. Ma che bella!
    Per diversi motivi…alcune volte ho avvertito anche io la sensazione..o piuttosto mi son chiesta: ma in che mondo son capitata?

    Buona serata
    .marta

    Mi piace

    • be’, io mi chiedo, molto più di qualche volta, se nascere umana non sia stato un errore…magari l’ho scelto io e nemmeno mi ricordo, ma sento poco l'”appartenenza”
      ….già che son qui però cerco di usare pollice opponibile e cerebrodotazione al meglio e magari un giorno,,,chissà che non ci prenda gusto ad essere parte dell’Umanità 🙂
      buona domenica sera martaBella!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...