Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

muchness

10 commenti

Ti vidi nel mattino piovoso
dalla finestra della camera d’albergo,
correvi sulla passerella per salire sulla barca
Indossavi i tuoi famosi pantaloni arancio

che in realtà sono albicocca
e la barca oscillò appena
quando saltasti sul bordo.

Stavi andando al lavoro
col tuo zaino e il tuo blocco da disegno
e i tuoi cespugliosi capelli grigi
che schizzano nel maltempo
come un bouquet di lana d’acciaio.

È proprio come il mio cuore, pensai—
Giace raccolto dentro me, addormentato,
poi sprizza fuori e mi sciocca
con tutta la sua tantezza.

Ma visto che stavo sognando, la tua barca sparì.
Rimase così soltanto il grigio scintillio
del porto lasciato indietro, come acciaio annerito

e i verdi boschi scoscesi che crescono fino giù alla spiaggia
e le colline garzate di nebbia.

Era la tua barca svanita
a dar forma allo scenario,
suggerendo il viaggio e la meta

così la narrazione, terminato il suo dovere,
svanì anch’essa,
Lasciandosi dietro l’affezionata cugina descrizione;

–descrizione
Che si dilunga,
ed ama senza ragione.

Tony Hoagland*‘muchness’

(*traduzione mmp)

musica Macy Gray – sail

donna acheson juillet

donna acheson juillet

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

10 thoughts on “muchness

  1. bellissima traduzione. trovo anche l’immagine languidamente perfetta! how

    Liked by 1 persona

  2. La chiusa è stupenda…
    Ciao momi
    Buona serata
    😊

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...