Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

una volta, forse, ho volato

Lascia un commento

M’infilo sotto le coperte
mi sistemo l’entusiasmo,
abbottono la stanchezza al riposo
e aspetto.

Nella smania della partenza
mai che mi riesca di sentirmi
trasportare (una volta forse ho volato)
Arrivo e basta.

Il sentiero passa tra alberi
che io stessa ho seminato in filari;
passeggio tra le strade di città
di cui (chissà quando) sono stata architetto.

Sono madre di ogni volto
che incrocio camminando;
il vuoto sulla mia testa
ha il volume delle mie paure.

Ancora troppo spesso però
il ritorno è caduta libera
al contrario del falco
io però non so controllarla.

Il brusìo del mondo altrui o
il corpo che mi reclama:
lezioni di volo sempre
interrotte a mezz’aria.

mmp – ‘Del sognare’

musica massive attack – splitting the atom

SONY DSC

WHO ARE THESE ANGELS XII by N Paluszak

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...