Parole nel Secchio

Attinte dal fondo degli animi

con gentilezza

3 commenti

Se vieni verso me,

sono oltre l’Oblio.

Oltre l’Oblio è un luogo

Dove i soffioni corrono lungo le vene dell’aria

Portando notizie di un lontano cespuglio in fiore,

Le sabbie portano le impronte di delicati cavalieri

Che salgono le colline di papaveri

Oltre l’Oblio l’ombrello dei desideri è sempre aperto

Non appena la sete si manifesta alla radice della foglia,

La pioggia intona canzoni di freschezza.

Ognuno è solo, qui.

Dove un’ombra di olmo segue il flusso dell’eternità.

Se vieni verso me,

Avvicinati con gentilezza, delicatamente, per non infrangere la fragile porcellana ch’è la mia solitudine.

Sohrab Sepehri

(traduzione mmp dalla versione di Ismail Salami)

Musica Leonard Cohen – dance me to the end of love

Dr. Dain Tasker, 1938

Annunci

Autore: momix

faticosamente ripulita dai dogmi

3 thoughts on “con gentilezza

  1. Grande Sepehri, bravissimo come poeta sia come pittore.
    Una bella chicca questa sua poesia, Grazie!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...